La transazione approvata dall’assemblea non può impedire al condomino la tutela in giudizio dei propri diritti di proprietà.

E’ circostanza pacifica quella per la quale, ferme restando le necessarie maggioranze, l’assemblea condominiale può disporre dei diritti relativi alle parti comuni, ma non certo di quelli dei singoli condòmini, pertanto, la delibera che approva l’accordo transattivo, non può impedire che il singolo condomino difenda in giudizio la sua proprietà privata. E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, con la sentenza n. 2444, pubblicata in data 8 febbraio 2016. Continua a leggere

No al bed & breakfast se minaccia la quiete

A fondamento della tutela cautelare d'urgenza invocata per interrompere l'attività di bed & breakfast all'interno di un condominio, non può porsi il divieto contenuto nel regolamento di condominio ma bensì la prova del periculum in mora, ossia della concreta messa in pericolo della tranquillità e sicurezza dei codomini all'interno degli spazi condominiali ad opera dell'espletamento di tale attività. Continua a leggere

Corsi di Amministrazione immobiliare

Riunioni condominiali…

Benigni candidato Amministratore